sabato 27 settembre 2008

SCARPETTE DI LANA DA GRANDI







Finalmete sono riuscita a farmi le scarpe!!!
Non è che mi sono fregata da solo, ma ho fatto delle scarpette di lana per adulti, sono facili e veloci. In pratica che cosa ho fatto, ho apportato delle modifiche al modello da bambini
ho aggiunto il fiore e via. Visto e considerato che il modello è stato modificato mi sono presa la briga di prepararvi le istruzioni in italiano con tanto di tutorial per il fiore gentilmente offerto da Grazia.
Sotto ho applicato un prodotto che vine usato per decorare la stoffa, una sorta di gommina che dopo 24 ore asciuga, come quella sotto gli antiscivolo dei bambini.





SCARPETTE FRA

Occorrente:

ferri n. 5,5

2 segna punti

abbreviazioni

segna punti: sp

lavorare: lav

maglia: m

aumentare: aum

Lavorare tutti i giri a dritto

Mettere sul ferro 45 m.

1° GIRO: lav. 22m, mettere il sp, lav. 1 m., mettere il sp., lav 22 m.

2° GIRO: lav. davanti e dietro la stessa m., lav. fino al sp., passare il sp., aum. 1 m., lav 1 m., aum 1 m., passare il sp., lavorare tutte le m. fino alla penultima, lav. davanti e dietro l’ultima m.

3° GIRO: lav. a dritto

4° GIRO: lav. davanti e dietro la stessa m., lav fino al sp., passare il sp., aum. 1 m., lav 3 m., aum. 1 m., passare il sp., lavorare fino alla penultima m, lav. davanti e dietro l’ultima m.

5° GIRO: lav. a dritto

6° GIRO: lav. davanti e dietro la stessa m., lav. fino al sp., passare il sp., aum. 1 m., lav. 1 m., aum. 1 m., lav. 3 m., aum. 1 m., lav 1 m., aum. 1 m., passare il sp., lavorare fino alla penultima m., lav. davanti e dietro l’ ultima m.

7° GIRO: lav. a dritto

8° GIRO: . davanti e dietro la stessa m., lav. fino al sp., passare il sp., aum. 1 m., lav. 1 m., aum. 1 m., lav. 7 m., aum. 1 m., lav. 1 m., aum. 1 m., passare il sp., lavorare fino alla penultima m., lav. davanti e dietro l’ ultima m.

Ora si possono togliere i sp.

9° GIRO al 21° GIRO: lav. a dritto

22° GIRO: lav. 22 m., passa 2 m. e lav. insieme per 5 volte, lav. 1 m., lavora insieme 2 m. per 5 volte, lav. 22m.

23 GIRO al 25 GIRO: lav. a dritto

26° GIRO: chiudere tutte le m.

Cucire il tallone e il sotto e la scarpetta e fatta.

Realizzare un fiorellino all’uncinetto o qualsiasi altra cosa e applicarla nel centro.





BUON LAVORO DUNQUE


29 commenti:

Dori ha detto...

ciao, bellissime e con la spiegazione! solo una domanda: ma tu di notte dormi o lavori di continuo? ;-) hai sempre lavori nuovi. brava

CLAUDIA ha detto...

Carinissime queste scarpette!!! E i piedini sembrano proprio quelli di Cenerentola!!! Brava Fra, sei una bomba!!! Sempre ad inventare qualche cosa di nuovo!
Un feltroso abbraccio da Claudia

luigi@ ha detto...

Anche queste sono "zuccarati"....brava come sempre!!!!!

VIVIAN CROCHÊ ha detto...

lindas pantufas,adorei.

zrinka ha detto...

Grazie per queste scarpette di lana da grandi!!
Mi sa che un paio proverò a farne per quest'inverno :o) ... visto che, per lo meno qui a Milano, fa già freddo!!
Buona giornata
*Cinzia*

PuntoCroce ha detto...

Sono veramente carine le scarpette, bravissima!!! grazie per il tutorial veramente molto chiaro.
baci
maria rosa

CORTEYGRIF ha detto...

CIAO FRA
belissime scarpette di lana
grazie por el tutorial.
Kiss
ROSA

Viola ha detto...

Come principiante,non capisco una cosa:a che serve il segnapunti? Con questa spiega si riesce a fare una scarpetta (beh 2 ihhihihi)per il 36?
Grassie
Viola

Fra ha detto...

Per Viola: i segna punto servono per ricordarti dove devi fare gli aumenti cioè all'interno dei due segna punti e direi che sono molto importanti, per fare una scarpetta 36( ma che piedino di fata che hai!) deve mettere su meno maglie, sempre dispari però, io direi che invece di 45 mettine su 41, oppure usa lana e ferri più piccoli, tipo 4,5 e mantieni le indicazioni originali, comunque queste scarpette sono estensibili si adattano bene ad ogni piede. Buon lavoro e facci vedere poi il risultato, se vai su flickr troverai un'altra versione delle scarpette a cui ho messo un cuore di stoffa, tipo pannolenci e sotto dei tondini sempre di stoffa invece della gommina.

Stefania ha detto...

Ciao Fra, seguendo le tue spiegazioni sono riuscita a fare le mie prime ciabattine,grazie!!!!
Stefania

Susy ha detto...

ciao Francesca!
cercavo un sistema per rendere le ciabatte antiscivolo ed eccolo quì ...aveva ragione Luigia su Un punto tira l'altro!

se ti è possibile mi faresti saper ecome si chiama questo prodotto fantastico? grazie mille! e... complimenti ;)

Fra ha detto...

il prodotto per rendere le scarpe antiscivolo si chiama: PEBEO
TOUCH TEXTILE VOLUME

Elisabetta Bernuzzi ha detto...

ciao!
queste scarpettine sono bellissime. Purtroppo ho molta difficoltà a lavorare ai ferri. All'uncinetto invece me la cavo abbastanza. Non è che per caso hai un aiuto da darmi per realizzare queste scarpine? Ti ringrazio molto!!!
Eli.
p.s. - Ho appena ordinato da internet due libri di uncinetto con un sacco di patterns. se ti interessa te li fotocopio!!

Fra ha detto...

Per Eli: procurati il materiale per lavorare le scarpette poi quando troverai la prima difficoltà scrivimi, ho aiutato diverse amiche via mail e tutte sono riuscite a completare le scarpette, se però non hai mai preso in mano i ferri comincia a guardarti dei video su youtube per iniziare, le scarpette sono semplicissime, si lavora tutto a dritto ci sono aumenti e diminuzioni e basta!. Per i modelli all'uncinetto mi interessano eccome, ci sentiamo privatamente.

Simona ha detto...

Veramente carinissime e anche molto chic! Complimenti!

MLuisa ha detto...

Troppo belli,li ho appena fatti, sono venute benissimo grazie alle tue spiegazioni!!!

Laura Napoletano ha detto...

sono davvero bellissime le tue scarpette, ma io sn proprio ai punti di partenza e per quanto siano facili le tue istruzioni nn capisco che cosa vuol dire lav. davanti e dietro la stessa m per il secondo giro... spero di avere al più presto una tua risposta. grazie mille.
laura

Fra ha detto...

per Laura Napoletano:
guardati questo video e capirai tutto

http://www.youtube.com/watch?gl=IT&hl=it&v=ILcTB5hc0XM

Laura ha detto...

grazie mille... e scusa se t disturbo ma m serve un'ultima informazione;il resto delle maglie si devono lavorare tutti così per quel ferro??

Fra ha detto...

per LAURA: lavora avanti e dietro solo la prima e l'ultima maglia,questi aumenti corrispondono al tallone, il restro a dritto.

Anonimo ha detto...

ciao,sono molto carine queste scarpette,ma prima di iniziare ho dato uno sguardo alla spigazione e non riesco a capire il 22°ferro, me lo potresti spiegare in modo più chiaro?
Ti ringrazio e non vedo l'ora di realizzarle.Baci IMMA

Fra ha detto...

per Anonimo: guarda il video

http://www.youtube.com/watch?gl=IT&hl=it&v=RGwcYW3GG3M

sarebbe una diminuzione, tu ne dovrai fare 5 così

Anonimo ha detto...

Ciao, vorrei chiederti se posso utilizzare questa spiegazione per fare delle scarpette da portare la notte a letto: questo tipo di scarpette deve essere largo e coprire la caviglia (tipo calzino). Come posso aggiungere la parte mancante? Grazie.

Fra ha detto...

per anonimo: se sai lavorare in tondo una volta che hai cucito la scarpetta riprendi le maglie del collo del piede e vai su, se no potresti provare a continuare , vece che ciudere le maglie andare avanti per un tot di centimetri e vedere che succede.

Anonimo ha detto...

Ciao Fra sono alle prime armi, cosa vuol dire lavarora davanti e dietro la stessa maglia? Grazie.

Fra ha detto...

per anonimo: guardati questo video

http://www.youtube.com/watch?gl=IT&hl=it&v=ILcTB5hc0XM

facilissimo!!!

Anonimo ha detto...

grazie mille

sbrenzola ha detto...

grazie sono stupende
mi unisco ai tuoi sostenitori
e se vuoi passare da me sei la benvenuta
http://sbrenzolando.blogspot.com/
ciao
Annamaria

Anonimo ha detto...

Ciao FRA!
Grazie mille per il tuo tutorial, perchè essendo alle prime armi avevo rinunciato all'idea di farmi delle scarpette perchè l'uso di 4 ferri mi rendeva assai perplessa!
Tra l'altro, come qualcuno ha scritto, sono riuscita a fare delle scarpette che arrivano fino alla caviglia! (tipo calzino)
Bisogna semplicemente ripetere le istruzioni relative al 22° ferro, fino a quando si ottiene l'effetto desiderato.
Bisogna dunque contare le maglie rimaste sul ferro e lavorare le 10 centrali prendendo 2 maglie e lavorandole assieme per 5 volte.
In questo modo si avanza coprendo il dorso del piede fino a dove si desidera e il resto si continua a lavorare normalmente. Vi assicuro che il risultato è ottimo!
Spero di essermi riuscita a spiegare!
Grazie di nuovo e buon lavoro creativo a tutte! ;)
Mary